Disponibile al download la nuova build 14393.447 per Windows 10

Microsoft ha provveduto a rilasciare un aggiornamento cumulativo per l’attuale ramo ufficiale Redstone su Windows 10 (PC e tablet) – Build 14393.447 disponibile per tutti gli utenti non Insider!

Si tratta di un aggiornamento che introduce correzioni e modifiche utili a migliorare l’esperienza d’uso con Windows 10, quindi non dovete chiaramente aspettarvi novità in termini di feature. Provvederemo ad aggiornare l’articolo una volta che Microsoft avrà pubblicato la nota con tutte le migliorie.

a

Changelog ufficiale:

  • Miglioramenti con l’affidabilità dei file multimediali audio, Desktop Remoto e Internet Explorer 11
  • Miglioramenti con il VPN
  • Corretto un errore con il Task Scheduler
  • Miglioramenti con l’APN
  • Miglioramenti con la tastiera giapponese
  • Corretto un errore con il Wi-Fi
  • Altre correzioni e miglioramenti generali

Se siete interessati potete aggiornare il vostro PC e tablet al nuovo aggiornamento cumulativo collegandovi semplicemente su Impostazioni > Aggiornamento e Sicurezza.

Articolo di: Aggiornamenti Lumia

Aggiornamenti Lumia

Autore, Fondatore e responsabile del progetto Aggiornamenti Lumia. Ogni notizia passa sotto la mia revisione. Studi universitari in corso, ma il blogging è certamente su un gradino più in alto.

  • Ettore

    è per il Mobile? niente!

    • max

      Potrebbero rilasciarlo in tarda serata!

      • Ettore

        ieri non è arrivato nulla forse settimana prossima!

    • pierino_frank

      E renzi keffààààààààààààà??!?1!?!?1′!?!?!

      • Ettore

        chiedilo direttamente a lui fu Facebook o twitter che ti risponde pure direttamente dai suoi prodotti Apple è fa pure pubblicità per loro durante le conferenze o ovunque viene visto con questi suoi prodotti!

      • Lionel Messi

        Ma esiste qualcuno a questo mondo per cui “Trova e risolvi problemi” li ha veramente risolti???!

        Stessa mia esperienza 🙂

        Meno male. Credevo di essere l’unico pazzo.

        Sarà stata una fortunata coincidenza hihi 🙂

        Ecco esatto. Molte volte capita che almeno ti fa capire il problema e poi vai di browser 🙂

        Ecco me pareva…
        naaa è solo un trollone è Spamer vero pierino_frank?
        PS: scherzo.

  • Luca

    Arriverà.

  • Lionel Messi

    Ecco sa include il Sommario e questo Aggiornamento:
    Questo aggiornamento della protezione include miglioramenti e correzioni la funzionalità di 1607 versione 10 di Windows e Windows Server 2016. Risolve inoltre le seguenti vulnerabilità in Windows:

    3198467 MS16-142: Aggiornamento della protezione cumulativo per Internet Explorer: 8 novembre 2016

    3193479 MS16-140: Aggiornamento della protezione per Boot Manager: 8 novembre 2016

    3199647 MS16-138: Aggiornamento della protezione per unità disco rigido virtuale di Microsoft: 8 novembre 2016

    3199173 MS16-137: Aggiornamento della protezione per i metodi di autenticazione di Windows: 8 novembre 2016

    3199135 MS16-135: Aggiornamento della protezione per i driver in modalità kernel: 8 novembre 2016

    3193706 MS16-134: Aggiornamento della protezione per i driver del common log file system: 8 novembre 2016

    3199120 MS16-132: Aggiornamento della protezione per Microsoft component grafica: 8 novembre 2016

    3199151 MS16-131: Aggiornamento della protezione per il controllo Microsoft video: 8 novembre 2016

    3199172 MS16-130: Aggiornamento della protezione per Microsoft Windows: 8 novembre 2016

    3199057 MS16-129: Aggiornamento della protezione cumulativo per Edge di Microsoft: 8 novembre 2016

    Gli aggiornamenti di Windows 10 e Windows Server 2016 sono cumulativi. Pertanto, questo pacchetto contiene tutte le correzioni rilasciate in precedenza.

    Se sono stati installati gli aggiornamenti precedenti, solamente le nuove correzioni contenute in questo pacchetto verranno scaricate e installate nel computer in uso. Se si installa un pacchetto di aggiornamento di Windows 10 o Windows Server 2016 per la prima volta, il pacchetto per il xversione x86 è 467 MB e il pacchetto per il xversione x64 è 871 MB.

    • Lionel Messi

      Signori utenti questo del mio commento è il vero changelog ufficiale! sopra è solo riportato una nota generica è non come questa Ufficiale andando su altre info una volta aver installato l’aggiornamento poiché fornisco consigli di taglio professionale.

  • JLLI

    Windows è destinato a scomparire sugli smartphone.

    In un’intervista appena rilasciata al network televisivo Bloomberg, Steve Ballmer ha parlato dei suoi rapporti con il fondatore e presidente onorario di Microsoft, Bill Gates.

    Ex CEO della società di Redmond, predecessore di Satya Nadella, Ballmer ha dichiarato che i rapporti con Gates si sono fatti più complicati dopo la sua decisione di ampliare il business di Microsoft anche al settore hardware.

    Ballmer, che è stato il numero uno dell’azienda per ben 14 anni, ha invece un solo rimpianto: non aver portato prima Microsoft ad occuparsi di hardware. Il riferimento è soprattutto al segmento “mobile” che, secondo Microsoft, avrebbe dovuto essere al centro delle scelte dell’azienda già molto tempo prima.

    L’ex amministratore delegato ha aggiunto che quando egli decise di abbracciare il “mobile”, Gates e altri membri del consiglio direttivo espressero il loro netto disaccordo. E fu proprio questo uno dei principali motivi del “parziale allontanamento” tra Gates e Ballmer.

    Oltre all’importanza di realizzare e supportare dispositivi mobili, Ballmer è stato un grande sostenitore del progetto Surface mentre – afferma – buona parte dei vertici aziendali osteggiava questo tipo di prodotti.

    Una delle storiche dichiarazioni di Ballmer fu quella riguardo gli iPhone. Costano troppo e pochi li compreranno, aveva dichiarato l’ex CEO di Microsoft. Con il passare degli anni, invece, Ballmer ha dovuto cambiare idea: “vorrei aver pensato al modello ampiamente usato da Apple per i suoi iPhone che prevede la vendita dei dispositivi appoggiandosi agli operatori di telefonia mobile” (i.e. con sussidio).

    Con l’arrivo di Satya Nadella, Microsoft è cambiata, in meglio. La società si è trasformata in una realtà più dinamica, capace di rispondere più rapidamente – e in maniera molto più efficace e pertinente – alle richieste del mercato.

    Il DNA di Microsoft è fatto di software ed è impossibile non ammetterlo. Il “mobile”, quindi, resta una priorità ma diventa parte integrante di un ecosistema che trova nel cloud lo strumento principe per fare da trait d’union tra mondi che soltanto fino a qualche tempo fa sembravano lontani anni luce.

    Basti pensare all’impegno che Microsoft sta riponendo su Azure ,piattaforma che è in grado di gestire – sul cloud – qualunque flusso di informazioni e che può essere utilizzata sia per ottimizzare, velocizzare e rendere più sicuri i workload aziendali sia per realizzare applicazioni versatili e affidabili, in grado di funzionare sui dispositivi mobili così come su desktop, usando qualunque genere di tecnologia, database e linguaggio di programmazione.

    L’idea di Microsoft, sotto l’ala di Nadella, è quella di fare in modo che i servizi dell’azienda funzionino allo stesso modo e senza alcun problema, su qualunque dispositivo, anche quelli della “concorrenza”. Da qui la netta apertura all’opensource, sia in termini di supporto di soluzioni realizzate dalla comunità (a cui Microsoft ha deciso di collaborare con i suoi contributi: Azure e la visione sempre più open di Microsoft), sia per ciò che riguarda la distribuzione del sorgente dei suoi prodotti (vedere Microsoft PowerShell diventa opensource e va su Linux).

    Sono il cloud e, in particolare, Azure gli strumenti che hanno permesso di far crescere, in maniera incisiva, i ricavi. Il quadro è quello di un’azienda nuovamente in salute che ha saputo rimediare agli errori del passato: non c’è più la volontà, come sotto la guida di Ballmer, di voler “sfondare” a tutti i costi con i propri dispositivi mobili (la produzione di hardware in proprio viene limitata a device di fascia alta, destinati principalmente ai professionisti: Ecco i nuovi Surface Book i7 e Surface Studio di Microsoft).

    L’importante è, invece, sviluppare soluzioni altamente interoperabili che possano portare la tecnologia Microsoft – potenzialmente – sull’intero parco di device oggi sul mercato.
    E se non sui client (ad esempio con Windows 10, che è – esso stesso – diventato un software-as-a-service) con tutti quegli strumenti che permettono di sovrintendere “dietro le quinte” il funzionamento delle app (offerta Azure in primis, strumenti per la collaborazione,…) e l’ottimizzazione dei processi.

    Grazie all’ottimo posizionamento per ciò che riguarda le soluzioni cloud che Microsoft è ormai riuscita a conquistare, la società di Redmond guarda con convinzione all’intelligenza artificiale, all’analisi dei dati (anche predittiva), al mondo dell’Internet delle Cose, considerati vere e proprie “miniere d’oro” per il prossimo futuro.

    Ballmer, insomma, parla ancora del passato ma il deciso cambio di rotta – peraltro vincente – dell’ultimo biennio sembra dargli torto. Microsoft è un’azienda che pone nuovamente il software al centro del suo business: l’hardware diventa solo un aspetto funzionale.

  • Giuseppe

    Scusate ragazzi da quando ho installato l’anniversary update, non mi funzionano più le barre di ricerca (quella di cortana, impostazioni e edge), all’inizio pensavo che era un bug, che prima o poi risolvevano, ma ad oggi ancora niente, qualcuno ha il mio stesso problema per caso ?