MedSetplay – Disponibile al download l’applicazione unofficial di Mediaset OnDemand per Windows 10

Dopo aver pubblicato l’applicazione unofficial di Rai Play sul Windows Store, Pasquale Pignataro, sviluppatore italiano indipendente, ha pubblicato oggi sul Windows Store anche l’applicazione non ufficiale di Mediaset OnDemand per Windows 10, Windows 10 Mobile e Xbox One.

A differenza di Rai Play, sul Windows Store troviamo già l’applicazione ufficiale di Mediaset per dispositivi Windows Phone (in realtà ve ne sono due, Mediaset e Mediaset OnDemand), tuttavia quella che vi stiamo presentando è stata pensata esclusivamente per dispositivi Windows 10, Windows 10 Mobile e compatibile anche con Xbox One. A seguire trovate la descrizione ufficiale di MedSetPlay:

Benvenuti su MedSetPlay, l’app non ufficiale per Mediaset OnDemand! Con MedSetPlay potrere guardare in differita, in streaming e in alta definizione una selezione di programmi, fiction e film trasmessi dai canali Mediaset, tra cui Canale 5, Italia 1, Rete 4, TGCom 24, La 5, iris, Italia 2 e organizzati per programmi, data, più recenti e più visti.

L’interfaccia richiama in molti aspetti l’app ufficiale non disponibile nello Store Windows, anche restando nello stile di Windows 10. L’app supporta diversi dispositivi, tra cui PC, Tablet, Smartphone, Xbox One, Windows Holographic, con diversi metodi di input, come Mouse, tastiera, tocco e gamepad. Potrete personalizzare diversi aspetti dell’applicazione, come tile e tema principale.

MedSetPlay fa parte di una serie di applicazioni non ufficiali di emittenti italiane, di cui fanno parte anche RPlay (per RaiPlay), ThePlay (per DPlay) e RNorba (per RadioNorba), tutti disponibili sul Windows Store.

Se siete interessati potete scaricare gratuitamente MedSetPlay per dispositivi Windows 10 e Windows 10 Mobile collegandovi al seguente link:

Articolo di: Aggiornamenti Lumia
Via

Aggiornamenti Lumia

Autore, Fondatore e responsabile del progetto Aggiornamenti Lumia. Ogni notizia passa sotto la mia revisione. Studi universitari in corso, ma il blogging è certamente su un gradino più in alto.