Windows Core | Le prime applicazioni per WCOS sbarcano sul Microsoft Store!

La scorsa settimana abbiamo pubblicato una notizia che ha fatto letteralmente il giro del web: Andromeda OS – Microsoft inizia a testare pubblicamente i formati lingua del nuovo OS, tease imminente?“. Questa articolo di stasera è da intendersi come semplice corollario, che va ad arricchire la nostra precedente news: ma oggi non parliamo solo di Andromeda, ma più in generale di Windows Core, la versione modulare di Windows 10. Da diverse ore sono sbarcate sul Microsoft Store le prime applicazioni esclusivamente compilate per girare sulla nuova “piattaforma” Windows Core.

Windows.Core

Questa notizia non ci deve stupire affatto: parlando di Windows Core non ci riferiamo semplicemente ad Andromeda, ma più in generale all’intero mondo Windows 10. Già durante l’evento Ignite 2018, tenutosi pochissime settimane fa ad Orlando, in Florida, Microsoft ha mostrato in azione un particolare dispositivo con a bordo la versione modulare di Windows 10 (WCOS): parliamo del Surface Hub 2, il cui rilascio al pubblico è previsto per la fine del 2019. A distanza di poche ore dalla nostra indiscrezione, la nostra redazione si è resa conta di un altro significativo passo in avanti da parte di Microsoft, che ci avvicina gradualmente al rilascio (non imminente) di Windows Core: sono arrivate sul Microsoft Store le prime applicazioni esclusivamente compilate per Windows Core. In effetti, la scorsa settimana, non siamo stati precisi e chiari al 100% parlandovi dei language package per Andromeda: infatti, sebbene realmente i pacchetti da noi individuati sullo Store siano utilizzati da Microsoft per testare i nuovi dispositivi “mobile” andromeda, questi non sono però veri pacchetti nativi, ma semplicemente applicazioni “Windows.Universal”, ovvero installabili in qualsiasi versione di Windows 10, a prescindere dal nuovo WCOS. Altra cosa sono invece i pacchetti “Windows.Core”: vediamo di far maggior chiarezza a seguire.

Windows.Universal VS Windows.Core

Qualora non lo sapeste, la nuova versione modulare di Windows (WCOS) potrà installare applicazioni che, nel loro manifest, riporteranno la compatibilità alla nuova famiglia di device chiamata, appunto, Windows.Core, oltre all’intramontabile Windows.Universal (vedi i language packs di Andromeda), valido in ogni occasione. Gli sviluppatori, al momento della compilazione delle loro applicazioni, devono specificare in quali dispositivi questi potranno girare senza problemi; allo stato odierno i dev possono scegliere tra:

  • Windows.Desktop: L’applicazione potrà essere installata solamente sui PC e tablet
  • Windows.Mobile: L’applicazione potrà essere installata solamente su Windows 10 Mobile (Windows.Mobile è da considerarsi oggigiorno obsoleta e praticamente inutilizzata)
  • Windows.Team: L’applicazione potrà essere installata solamente su Surface Hub
  • Windows.Xbox: L’applicazione potrà essere installata solamente su console Xbox
  • Windows.Holographic: L’applicazione potrà essere installata solamente su Hololens
  • Windows.IOT: L’applicazione potrà essere installata solamente su IOT (rara)
  • Windows.Universal: L’applicazione potrà essere installata su tutti i dispositivi sopra riportati

A questa lista andrà ad aggiungersi la nuova piattaforma Windows.Core che, appunto, sarà una esclusiva dei nuovi device Windows Core non ancora giunti sul mercato che conosciamo. Il fatto di assistere al rilascio delle prime app con supporto limitato a Windows.Core significa che :

  • Microsoft stia già lavorando duramente per trovarsi pronta al lancio dei primi dispositivi Windows Core
  • Il Dev Center, la piattaforma di Microsoft che permette di caricare contenuti digitali (applicazioni, giochi, libri ecc.) è stato aggiornato di recente per poter permettere agli sviluppatori (selezionati) di caricare applicazioni Windows Core.

Non ci stupirà affatto se queste applicazioni garantiranno funzionalità ben diverse dalle attuali Windows.Universal: gli sviluppatori che decideranno di investire su questa nuova piattaforma, saranno liberi di escludere tutte le vecchie versioni di Windows 10, sfruttare le nuove potenzialità di WCOS e, quindi, sviluppare e compilare le proprie app selezionando unicamente la famiglia Windows.Core. Se invece gli sviluppatori vorranno pubblicare una semplice app che giri in ogni versione di Windows, basterà scegliere la famiglia generica Windows.Universal, così che l’app potrà girare in qualsiasi dispositivo, che sia basato su Windows Core o che non lo sia.

Articolo in aggiornamento…

Quando parliamo di notizie non confermate da Microsoft, è nostra premura cercare di mantenere aggiornati i nostri articoli; pertanto, qualora vi fossero nuovi sviluppi e scoperte (o chissà, smentite), provvederemo ad informarvi tempestivamente. Rimanete sintonizzati su Aggiornamenti Lumia per le ultime su Andromeda e Windows Core 😉

Articolo di: Aggiornamenti Lumia

Aggiornamenti Lumia

Autore, Fondatore e responsabile del progetto Aggiornamenti Lumia. Ogni notizia passa sotto la mia revisione. Studi universitari in corso, ma il blogging è certamente su un gradino più in alto.