Raw Image Extension | La nuova app scaricabile dal Microsoft Store per attivare il supporto ai file RAW su Windows 10 [19H1]

NOTA – A quanto pare abbiamo pubblicato il link della nuova app troppo presto e Microsoft non ha gradito. Infatti, dalla serata di ieri, l’applicazione non risulta più scaricabile, se non per gli utenti Insider che hanno installato una build 19H1 numerata 18310 (o superiore), build ancora non rilasciata pubblicamente. Presumiamo comunque che già stasera, con il rilascio di una nuova build, forse la 18312, Microsoft annuncerà pubblicamente Raw Image Extension, con tutti i dettagli sul suo funzionamento.

Articolo originale,

Grazie ad una segnalazione del nostro amico Ajith, pubblichiamo questo breve comunicato per segnalarvi l’arrivo di una nuova applicazione, o meglio di un nuovo codec, sul Microsoft Store. Parliamo di un’app firmata Microsoft, chiamata Raw Image Extension, un ottimo e utilissimo codec in grado di attivare il supporto ai file Raw su Windows 10, tutti i dettagli a seguire.

Changelog

Raw Image Extension aggiunge il supporto nativo per la visualizzazione di immagini acquisite in formati file Raw, prodotti da molte fotocamere digitali di fascia medio-alta. Installando il pacchetto, potrai visualizzare le anteprime ei metadati dei formati di file raw supportati direttamente in Esplora file di Windows o visualizzare le immagini nell’app Foto. La versione corrente dell’estensione supporta un lungo elenco di fotocamera, tuttavia alcuni formati Raw come .CR3 e .GPR non sono attualmente supportati al momento. Questo pacchetto è reso possibile grazie al progetto open source libraw (http://www.libraw.org).

Download

Se siete interessati ad attivare gratuitamente il supporto ai file Raw su Windows 10, non dovrete far altro che collegarvi al seguente link e scaricare l’app Raw Image Extension:

Articolo di: Aggiornamenti Lumia

Aggiornamenti Lumia

Autore, Fondatore e responsabile del progetto Aggiornamenti Lumia. Ogni notizia passa sotto la mia revisione. Studi universitari in corso, ma il blogging è certamente su un gradino più in alto.