Surface Studio stende completamente il rivale MacBook Pro, almeno su Youtube!

Circa due settimane fa, esattamente il 26 e 27 Ottobre, abbiamo assistito alla presentazione di due nuovi prodotti di punta per due aziende rivali: Microsoft ha annunciato l’inedito Surface Studio, Apple invece ha proposto la nuova versione del MacBook Pro.

Sebbene i due terminali non siano ancora arrivati su tutti i mercati (salvo numeri esigui), la sfida tra i due prodotti è già iniziata sul web. Una di queste sfide si sta svolgendo su Youtube e vede al momento come netto vincitore il Surface Studio. Vi state chiedendo quale criterio stiamo utilizzando per affermare ciò? Il numero di visualizzazioni. Il MacBook Pro ha registrato un numero di visualizzazioni pari a circa 3.500.000, contro i sovrastanti 9.300.000 di Surface Studio: non siamo al triplo, ma poco ci manca. Tanti sono stati giornali e siti autorevoli che hanno certificato una netta vittora di Microsoft e questo ne è un rilevante indicatore.

Considerate che i video sono stati pubblicati a distanza di 24 ore l’uno dall’altro (prima il Surface, presentato il 26 Ottobre e dopo il MacBook Pro, presentato invece il 27) e il divario conta già un numero pari a 6 milioni. Ad aggravare la sconfitta di Cupertino ci pensa anche il numero di iscritti ai due canali social: da tenere fortemente conto di come gli utenti Youtube iscritti al canale Surface sono appena 175 mila, contro i quasi 4 milioni di followers per Apple che, ahimè per loro, non sono bastati a colmare questa distanza creatasi. A seguire vi proponiamo entrambi i video:

Surface Studio

MacBook Pro

 

Se siete interessati a scoprire maggiori dettagli sul Surface Studio, il nuovo dispositivo All-In-One, vi consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo dedicato. Il prezzo purtroppo è decisamente alto, ma rispecchia completamente la qualità di questo prodotto. E’ la prima volta che assistiamo ad una vittoria così netta da parte di Microsoft nei confronti del colosso Apple; se solo volesse un giorno, ma proprio se volesse, potremo assistere ad una nuova vittoria anche sul campo mobile. Chiediamo troppo?

Articolo di: Aggiornamenti Lumia

 

Aggiornamenti Lumia

Autore, Fondatore e responsabile del progetto Aggiornamenti Lumia. Ogni notizia passa sotto la mia revisione. Studi universitari in corso, ma il blogging è certamente su un gradino più in alto.

  • Ettore

    devo essere sincero sul web piovono critiche per il MACBook PRO con la touchbar però i preordini è già sold-out! potremmo assistere ad una vittoria sul Mobile se Microsoft approfitta adesso che Samsung sta ritirando lavatrici, smartphone etc.. poiché esplodo e l’Iphone 7 e quello Plus non sta avendo il successo sperato. Quindi per Microsoft questa volta l’occasione gli è stata servita su un piatto d’argento o per meglio dire Microsoft questa volta ha un’occasione d0oro da non sprecare sugli Smartphone se Nadella sul Mobile questa volta lancia un prodotto innovativo.

    • Danny Godhouse

      e che vuoi che faccia in cosi’ poco tempo…

  • pioppone

    a livello pubblicitario il discorso potrebbe anche stare in piedi, ma i 2 prodotti non sono per nulla concorrenti, uno è un notebook e l’altro un all in one.

    • Danny Godhouse

      la saggezza dei robot extraterrestri 🙂

  • Ettore

    Questa non la conoscevo e ve la faccio conoscere a chi non la conosce!

    Microsoft aveva progettato una sua Touch Bar
    Anche Microsoft aveva sviluppato una tastiera con Touch Bar, il prototipo di tastiera adattativa risale addirittura al 2009.Anche Microsoft, in passato, aveva pensato di realizzare una tastiera con una Touch Bar integrata, proprio come quella che Apple ha inserito negli ultimi MacBook Pro. Il prototipo della casa di Redmond risale addirittura al 2009 ed era stato chiamato “tastiera adattativa“. Sostanzialmente si trattava di una tastiera con in cima una striscia touch di grandi dimensioni in cui comparivano diverse opzioni che permettevano diverse possibilità d’interazione con il programma in esecuzione sul computer.

    Un concetto molto simile a quello dell’odierna Touch Bar di Apple con in più la possibilità di personalizzare l’utilizzo di tutti i tasti fisici della tastiera. Ogni tasto include, infatti, un mini display che mostra la funzione associata. In questo modo era possibile disporre di più tipologie di tastiere. L’idea era di vedere se una tastiere adattiva in grado di adattarsi al contesto potesse migliorare la produttività degli utenti. In un video caricato nel 2010 è possibile capire meglio tutte le potenzialità di questa tastiera, che offriva, effettivamente, tutta una serie di vantaggi e di possibilità d’utilizzo rispetto alle allora, classiche soluzioni fisiche. Guardando il filmato si notano, comunque, molte similitudini concettuali con l’odierno prodotto di Apple.

    In ogni caso, Microsoft ha deciso di non perseguire questa strada. Come la storia ha evidenziato, la casa di Redmond, nel corso degli ultimi anni, ha preferito dedicarsi allo sviluppo di soluzioni completamente touch come i suoi ibridi Surface. La società ha preferito, dunque, puntare su questi prodotti che secondo il suo pensiero meglio consentono alle persone di migliorare la loro produttività.

    Tuttavia, con la decisione di Apple di puntare sulla Touch Bar è possibile che Microsoft possa risvegliare l’idea che stava alla base del suo vecchio prototipo per poterla riproporre più avanti nei suoi nuovi prodotti.