Buon compleanno Facebook – L’app per Windows 10 Mobile compie un anno (e non è una buona cosa)

Questo articolo ha il solo scopo di sottolineare quanto pessima sia il rapporto tra Facebook ed il nostro sistema operativo Windows 10 Mobile. Sapete cosa accadeva esattamente un anno fa? Probabilmente il 10 Novembre 2016 non vi dirà niente, pertanto ve lo diciamo noi: un anno fa gli sviluppatori di Facebook compilarono la versione del client Facebook per Windows 10 Mobile che ancora oggi state utilizzando!

10 Novembre 2016, ultimo aggiornamento per mobile

Sembra quasi incredibile, ma è già passato un anno. Era il lontano 11 Novembre 2017, ore 23.38 e 10 secondi – il team di Facebook compila un nuovo aggiornamento per l’applicazione ufficiale per Windows 10 Mobile, purtroppo nessuno poteva immaginarsi che fosse anche l’ultimo per la nostra piattaforma mobile. La versione 2016.1110.2415 compilata un anno fa è la stessa che oggi utilizziamo sui nostri smartphone. Da quel giorno nessun nuovo aggiornamento è stato rilasciato, mentre nel frattempo l’applicazione per iOS, Android e Windows 10 (PC) hanno continuato ad aggiornarsi regolarmente introducendo tantissime nuove funzionalità e modifiche.

Cosa aspettarsi?

Beh, assolutamente niente. E’ passato un intero anno, per tanto mettiamoci il cuore in pace. Di problemi l’attuale applicazione di Facebook ne ha: lentezza, pesantezza, notifiche che vanno e vengono ecc. ecc. ecc., tuttavia questo non è bastato ad incoraggiare gli sviluppatori di Facebook ad inviare nuovi aggiornamenti per la piattaforma mobile di Microsoft. Per non parlare delle Storie, mai arrivate neanche su Windows 10 (PC). Insomma… festeggiamo questo anno di compleanno dell’app Facebook per Windows 10 Mobile, con la consapevolezza che anche il prossimo 11 Novembre 2018 la situazione rimarrà esattamente la stessa. Ci risentiamo tra un anno!

Articolo di: Aggiornamenti Lumia

Aggiornamenti Lumia

Autore, Fondatore e responsabile del progetto Aggiornamenti Lumia. Ogni notizia passa sotto la mia revisione. Studi universitari in corso, ma il blogging è certamente su un gradino più in alto.